I migliori consigli per una rasatura perfetta

Uno dei drammi quotidiani di ogni uomo è quello di presentarsi agli altri mostrando una rasatura perfetta.

Non importa se abbiamo una barba lunga o una barba corta, ogni uomo si preoccupa tutti i giorni del proprio viso e della propria immagine, sia per igiene personale e benessere sia per farsi vedere al meglio.

Per questo motivo il team di lametta o rasoio, nella illustrata sezione di cura del viso, vi fornirà i migliori consigli per curare la vostra barba e la vostra pelle, cominciando da quella che è una rasatura perfetta.

Come ottenere una rasatura perfetta

Ottenere una rasatura perfetta è uno dei problemi che ogni giorno un uomo affronta.

In realtà non sono troppe le cose da fare per riuscire in questa impresa.
Questa prima guida è ottima sia per gli utilizzatori di rasoio professionale a singola lama sia per coloro che usano la comune lametta da barba, quindi seguite i nostri consigli e ci riuscirete nel migliore dei modi!

Bisogna innanzitutto partire da quello che è il tempo.
Per ottenere una rasatura perfetta non serve andare di fretta e furia, ma bisogna concedersi il giusto tempo per radersi e la giusta tranquillità.

Ogni uomo ha i propri tempi di ricrescita e la propria durezza del pelo, eppure uno dei fattori che non va trascurato è l’utilizzo importante di acqua calda e creme esfolianti.

Per ottenere una rasatura perfetta bisogna:

  • Utilizzare inizialmente acqua calda, lavando con cura il viso, massaggiandolo con una crema idratante per la pelle e applicando un panno bagnato caldo sulle superfici da radere, per qualche minuto
  • Utilizzare dei saponi da barba applicabili tramite il comune pennello del barbiere, evitando le schiume spray 
  • Effettuare una prima rasatura seguendo la direzione del pelo, così da evitare irritazioni ed escoriazioni della pelle, soprattutto nella zona delle basette e del labbro superiore
  • A questo punto bisogna eliminare i residui di sapone risciacquando il viso con acqua tiepida, preparandolo per una seconda insaponatura sempre con pennello e sapone da barba
  • Effettuare dunque la seconda rasatura, andando questa volta in direzione contropelo, facendo attenzione alle parti più sensibili. Non dovete preoccuparvi, perché, avendo idratato bene il viso, avendo sfoltito la barba con la prima rasatura e avendo dilatato i pori con l’uso dell’acqua calda, questa seconda rasatura sarà molto più semplice e delicata e vi porterà il migliore dei risultati!
  • A questo punto bisogna ripulire il viso dai residui di sapone e risciacquarlo con acqua fredda, così da rinfrescare la pelle ed evitare irritazioni e peli incarniti, difatti bisognerà applicare per qualche minuto nuovamente un panno sul viso, un panno bagnato con acqua fredda
  • Resterà infine soltanto un buon dopobarba non alcoolico da applicare per evitare ulteriormente irritazioni e la crescita di peli incarniti. Nella nostra sezione di dopobarba troverete una vasta scelta di top gamma tra cui ricercare quello che fa per voi. Sono tutti prodotti di alta qualità!

Se avrete seguito la nostra guida, non vi resterà altro da fare che guardarvi allo specchio ed apprezzare il vostro risultato: una rasatura perfetta! Dove non ci sarà nemmeno l’ombra di un’escoriazione.

Cosa evitare per ottenere una rasatura perfetta

Anche in questo caso i nostri consigli sono pochi ma efficaci. Una rasatura perfetta si può ottenere anche evitando determinati dettagli che spesso si trascurano.

Ad esempio durante la rasatura bisogna evitare le schiume spray poiché seccano la pelle e provocano facilmente le escoriazioni.
Bisogna comunque evitare di utilizzare unicamente acqua fredda e bisogna radere in contropelo unicamente dopo aver già rasato la barba nella direzione di crescita.

Ultimo consiglio ma non meno importante: il vostro rasoio e la vostra lametta sono oggetti personali ed importanti, non lasciate che in casa vostra li utilizzino anche gli altri, come ad esempio vostra moglie o le vostre figlie per depilarsi. Danneggiare una lama è più facile di quanto si pensi!

Lascio un commento